Matteo Soltanto | pittore e scenografo | artist and set designer




 
.
Matteo Soltanto
scena e regia per:

IL FIORE INESISTENTE

apologo con canzoni, di Vittorio Franceschi
musiche - Guido Sodo

con
Vittorio Franceschi e Guido Sodo

Regia e scenografia - Matteo Soltanto
Assistente alla regia - Elisa Cutrupi

Assistente di palco - Ermanno Pingitore
Trattamento pittorico - Matteo Soltanto

una presentazione 
"Daphne's smile" e "Tra un atto e l'altro"

in collaborazione con
Scuola di Teatro di Bologna 
"Alessandra Galante Garrone"
e Teatro Biagi D'Antona
Castel Maggiore (Bologna)

16/17 Novembre 2012
Teatro Biagi D'Antona
Castel Maggiore (Bo)

Matteo Soltanto
set design and direction for:

THE INEXISTENT FLOWER

apologue with songs, by Vittorio Franceschi 
music - Guido Sodo 

with
Vittorio Franceschi and Guido Sodo

Direction and set design - Matteo Soltanto
Assistant director - Elisa Cutrupi

Stage assistant - Ermanno Pingitore
Pictorial realization - Matteo Soltanto

presented by
"Daphne's smile" and "Tra un atto e l'altro"

in collaboration with
Scuola di Teatro di Bologna 
"Alessandra Galante Garrone"
and Biagi D'Antona Theater
Castel Maggiore (Bologna)

November 16th/17th, 2012
Biagi D'Antona Theater
Castel Maggiore (Bologna, Italy)


Lo spettacolo
Si tratta di un apologo in forma di racconto teatrale, in cui si fondono prosa e musica. Una riflessione sul mistero della vita e sulla sua fuggevolezza, un viaggio "lunghissimo e brevissimo" che ha per protagonista un vecchio e un gruppo di ragazzi alla scoperta di se stessi e del mondo. E ai mille interrogativi dei ragazzi il vecchio può solo rispondere che "non si può sapere" ma si può - anzi si deve, aggiungiamo noi - cercare di conoscere, e questo sarebbe già un modo per uscire dalla mediocrità dei tempi e dal torpore delle anime. Anche solo cantare la bellezza delle città, o il nome di una donna, o l'ansia struggente di un viaggio, o gridare dalla vetta di un colle il nome delle piante che gli fanno corona, è un passo verso la salvezza. "Dare al mondo notizie di luce" (come diceva il vecchio quand'era giovane) è il compito della poesia. Farlo con garbo, con fantasia e professionalità, è il compito di noi teatranti. Raccogliamo il "testimone" di chi ci ha preceduto su questa strada, cercando di scavalcare l'orrore della palude in cui è finita questa società gretta, ignorante e assassina nella quale oggi viviamo. Il vecchio racconta e il suo "alter ego" canta. Forse le loro parole e la loro musica ci riguardano tutti e possono spalancare qualche finestra facendo entrare un po' di aria buona. E' quello che speriamo ed è per questo che Guido Sodo ed io abbiamo lavorato.
Vittorio Franceschi

IL FIORE INESISTENTE > nelle immagini, Vittorio Franceschi e Guido Sodo. Musiche e canzoni dello spettacolo sono eseguite e cantate dal vivo da Guido Sodo. Strumenti: chitarra classica, chitarra acustica, chitarra battente, chitarra elettrica, arpa, armonica.


ph. Matteo Soltanto



























































Guido Sodo


Vittorio Franceschi
.

     

_
Matteo Soltanto | pittore e scenografo | Matteo Soltanto | artist and set designer